architecture-1639990_1920

Riapre il Registro delle imprese storiche italiane

Roma – è di nuovo possibile iscriversi al Registro Imprese Storiche a distanza di 5 anni dall’ultimo bando. Come afferma il presidente del centro per la cultura d’impresa, Danilo Broggi, “Unioncamere offre un servizio connotabile anche dal punto di vista culturale, dando nuovamente la possibilità alle imprese di certificare il loro percorso centenario a livello nazionale. Per garantire la realizzazione del progetto e la definizione dei criteri di selezione è stato richiesto il coordinamento scientifico del Centro per la cultura d’impresa”. Nell’anno delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, Unioncamere, con il coordinamento scientifico del Centro per la cultura d’impresa, ha posto le basi per una valorizzazione del tessuto economico italiano dando risalto alle imprese che nella longevità ultracentenaria testimoniano le trasformazioni e i caratteri più profondi di un’identità nazionale. Unioncamere, attraverso tre edizioni (2011, 2012 e 2014), ha raccolto in un Registro nazionale delle imprese storiche (http://www.unioncamere.gov.it/P48A0C0S738/Le-radici-del-futuro.htm)  i dati delle imprese con almeno 100 anni di attività. Nel censire e valutare le imprese centenarie è stata considerata la continuità dell’attività produttiva. Il Registro delle imprese longeve comprende oggi circa 2.500 imprese ultracentenarie. “A quanto ci risulta, non esiste altro paese al mondo che abbia un così alto numero di imprese centenarie ancora in attività, a dimostrazione di come l’imprenditorialità italiana abbia radici socio-culturali antiche e radicate” aggiunge Broggi commentando con soddisfazione la riapertura del bando Unioncamere e la collaborazione con il Centro cultura di impresa

Fonte: Imprese Lavoro