5G, appello di Huawei contro il bando in Svezia

Huawei ha fatto appello ufficiale contro la decisione “discriminatoria” del governo svedese di bandire l’azienda cinese dal novero dei fornitori 5G in Svezia, per ragioni di sicurezza.

Secondo il produttore cinese, il bando svedese potrebbe essere contrario alle leggi internazionali in particolare sulla concorrenza nel mercato delle Tlc e agli accordi sul commercio internazionale del WTO (World Trade Organisation).

La PTS (Autorità delle Poste svedesi che aveva annunciato il veto) ha reso noto che il bando riguarda non soltanto Huawei, ma anche ZTE e sostiene che la decisione è in linea con la normativa entrata in vigore in Svezia a gennaio 2020, in seguito ad un’indagine condotta dalle forze armate e dai servizi di sicurezza svedesi “per assicurare che l’uso di apparecchiature radio in queste bande (reti 5G) non provochi alcun danno alla sicurezza nazionale”.

Leggi qui l’articolo completo di Key4biz.it