Lezione di Draghi al Cuoa, Visentin: “Parole profetiche”

Draghi profeta sul Nordest di un diffuso capitale umano e di piccole imprese in cerca di una dimensione competitiva richiesta da mercati “globali”.

Nel momento in cui Mario Draghi, romano classe 1947, viene incaricato dal Presidente Mattarella di formare uno dei governi sulla carta più importanti dalla nascita della Repubblica italiana, torna ineluttabilmente di attualità la lectio magistralis che il 18 giugno 2010 l’allora governatore della Banca d’Italia teneva davanti alla platea del Cuoa di Altavilla Vicentina.

Titolo di quella lectio è “Il Nordest: crisi, ristrutturazione, sviluppo”. “Conforta rileggere undici anni dopo il valore delle riflessioni che affiorano da queste pagine, perché ci danno concretamente il segno della capacità di analisi e di visione per cui Mario Draghi è così ascoltato e apprezzato, e per cui noi italiani possiamo solo augurarci la nascita di un suo governo” spiega Federico Visentin, 57 anni, dal 2016 Presidente del Cuoa.

Leggi qui l’articolo completo di nordesteconomia.gelocal.it