Rossetti: Huawei e i rischi della de-globalizzazione

Andrea Rossetti (Professore di Informatica Giuridica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, co-fondatore e partner di Red Open, azienda specializzata in intelligenza artificiale) ha commentato, con Gabriele Carrer per Formiche.net, il rapporto pubblicato dall’Economist Intelligence Unit, in merito i costi della de-globalizzazione commissionata da Huawei.

Carrer ha osservato che la pandemia, le tensioni geopolitiche e l’ascesa del populismo hanno spinto le economie orientate al mercato a dubitare della loro dipendenza dalle catene di approvvigionamento globali e proclamare il valore dell’autosufficienza.

Il rapporto è stato commissionato da Huawei in quanto la società doveva diventare credibile. Tutte le aziende cinesi devono farlo per dimostrare di essere entità di mercato, come IBM o Google, secondo Rossetti.

Leggi qui l’articolo completo di Formiche.net